Donne e wealth management: i numeri di un rapporto ancora difficile

Donne e wealth management: i numeri di un rapporto ancora difficile

Le donne spesso non sono soddisfatte della gestione patrimoniale o della consulenza finanziaria cui si affidano.

Secondo una ricerca di EY, citata da Ubs Gwm nel report “ Women and investing – Reimagining wealth advice”, il 67% delle investitrici, a livello globale, ha dichiarato che i loro gestori patrimoniali non hanno capito i loro obiettivi.

Il tema verrà trattato in maniera approfondita il 7 di aprile nell’incontro virtuale “Le Donne e la ricchezza: un approccio personalizzato”, organizzato dall’Associazione Italiana Dottori Commercialisti, con la partecipazione del presidente Edoardo Ginevra, Valeria Ferrero (responsabile marketing e business development di Ersel), Susanna Romeo (area head centro sud E.D. di Ubs Europe), Laura Paganini (Ser-Fid Fiduciaria), Valentina Ottani Sconza (avvocato studio Gianni & Origoni Milano), e Paolo Gaeta, dottore commercialista, membro della International Academy of Trust and Estate Law.

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI