I vantaggi di San Marino: separazione patrimoniale netta e registro ad hoc

Articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore-Norme e tributi del 15 giugno 2023

Garantita una stabilità del rapporto fiscale elevata con aliquota al 13,6%

Trust sammarinese quale valida alternativa per chi intende gestire il proprio patrimonio. Diverse le ragioni che assegnano una peculiarità al sistema legale di San Marino nel caso in cui la segregazione patrimoniale veda quali principali destinatari soggetti con disabilità temporanee o gravi, o affetti da patologie che potrebbero evolvere in futuro.

In primo luogo, assume rilievo il fatto che la legge regolatrice è in lingua italiana.

Tale elemento garantisce ai professionisti che intendono consigliare ai propri clienti il trust sammarinese di avere norme chiare e facilmente interpretabili garantendo, peraltro, la possibilità di interagire con i Tribunali di San Marino se domiciliati presso colleghi locali. Accanto a ciò, però, non può non tenersi conto di alcune accortezze pensate dall’ordinamento sammarinese che offrono un bilanciamento degli interessi delle parti coinvolte non riscontrabile altrove.

La separazione patrimoniale del trust sammarinese assicura una totale separazione tra i beni personali del trustee e i beni in trust. In questo caso il trustee è responsabile solo fino alla concorrenza del fondo, senza che possa essere messo a rischio il proprio patrimonio personale come accade altrove. Il trust di San Marino, inoltre, permette di creare vincoli di destinazione sui beni in trust, garantendo che vengano utilizzati secondo le volontà del disponente attraverso la previsione di termini e adempimenti da rispettare, in grado di assicurare stabilità e realizzazione dei desiderata del disponente.

A ciò si aggiunga la presenza di una Corte specializzata per il trust che offre supporto e assistenza ai trustee durante tutta la vita del veicolo. Un elemento, questo, non presente in Italia e che consente di avere maggiori garanzie se si considera anche la presenza della Banca di San Marino. Il trust sammarinese rispetta i principi di trasparenza e monitoraggio con il supporto di quest’ultima a cui viene dato il compito di custodire il Registro dei trust ed emettere un certificato che contiene i principali elementi del trust, tra cui i soggetti coinvolti e i titolari effettivi.

Infine, ma non ultimo, il regime di tassazione. In quanto soggetto autonomo fiscalmente, che rientra nelle convenzioni contro le doppie imposizioni, il trust sammarinese offre una stabilità del rapporto fiscale molto elevata. L’aliquota ordinaria per i redditi dei trust residenti è del 13,6% e grazie al regime opzionale può scendere addirittura al 1,7%. In tal caso, la previsione dell’aliquota ordinaria non rende applicabile la normativa italiana prevista per i trust residenti in paesi a fiscalità privilegiata con la conseguenza che i beneficiari residenti in Italia hanno la possibilità di ricevere il reddito del trust sammarinese senza doverlo assoggettare a tassazione.