Trust Talks n.19 – Contrasto al riciclaggio e trust con il prof. Ranieri Razzante

Ben trovati, sono Paolo Gaeta e questo è Il podcast della serie trust talks oggi dedicato alla normativa antiriciclaggio con un approfondimento ad alcuni aspetti interpretativi problematici inerenti i trust. 

Il contrasto al riciclaggio è tema di grande interesse pratico per banche, professionisti e altri operatori. 

Esso necessità di formazione e consapevolezza delle regole di funzionamento da parte degli operatori, ciò al fine di evitare errori nella sua applicazione che possono pregiudicarne le finalità, ma soprattutto evitare inefficienza organizzative, di customer experience e più in generale di importanti costi diretti e indiretti delle strutture che sono tenute all’applicazione di questa disciplina.  

La norma contiene in se aspetti volutamente non puntuali, non per superficialità, ma per lasciare nelle mani dell’operatore la libertà di movimento necessaria a poter collezionare ogni informazione che si ritiene utile al fine di svolgere i controlli e mantenere il rapporto bancario o professionale. 

Ma è dietro l’angolo una grande insidia, quella dalla “pancomunicazione”, fenomeno che si può manifestare in varie discipline oltre l’antiriciclaggio (ad esempio nella DAC6, CRS, Monitoraggio fiscale, scambio di informazioni fiscali) e che può annichilire l’obiettivo di queste leggi. 

Insomma (e qui approfitto di una citazione), se un direttore di banca o un professionista, chiede ai novelli sposi di avere la lista dei parenti con gli importi che singolarmente essi hanno donato nelle buste al matrimonio, altrimenti non apre il conto ai coniugi che sono entrati in filiale per depositare quelle somme, non possiamo dire che sia corretto e utile seppur la legge non lo vieta.  

D’altronde non possiamo (e la norma non lo chiede) essere guidati nella professione da algoritmi matematici a meno che questi non siano in grado di contenere ragionevolezza, discrezionalità e sospetto, che sono gli elementi che fino a oggi ci distinguono dalle macchine. 

Affrontiamo questo tema con uno dei maggiori esperti italiani di antiriciclaggio, Ranieri Razzante, dottore commercialista e avvocato in Roma, professore all’Università di Bologna di “Intermediazione finanziaria e Legislazione antiriciclaggio”, nonché Presidente dell’Associazione Nazionale dei Responsabili Antiriciclaggio.